Scultura

La scultura rende la ricerca più facile proprio per la sua intrinseca realtà spaziale-materiale. L’aver “inglobato” figure plastiche entro sfere traslucide assume un valore simbolico che evidenzia uno “spazio” proprio dell’immagine. La deformazione ottenuta grazie ai vari spessori del vetro porta a risultati ottici dinamici, instabili, stimolanti una attenzione e aprtecipazione più attiva dell’osservatore.

La sfera o lo schermo circolare, pur rimanendo sempre se stessi nel contorno, possono essere ruotati a piacimento sul loro centro e si possono stabilire variazioni dei loro punti di vista e, al limite, di significati, o meglio, si sollecita lo sprigionamento di più significati nel mutamento di rapporto fra immagine mobile e osservatore fisso nella sua stabilità gravitazionale.

Scultura sferica

Segnaliamo alcune delle opere scultoree più significative del percorso artistico di Pelloni:

  • Fontana di casa Gavioli, 1950, terrecotte e mosaico, Carpi
  • Ultima Cena, 1955, terracotta, palliotto dell’altare maggiore della cappella dell’Ospedale civile di Concordia (MO)
  • I guerrieri, 1955, ceramica, cm 100 x 200, Villa Prandi, Carpi (MO)
  • Angeli, 1960, bronzo, tomba fam. Del Rio e Mazzini, cimitero monumentale di Bologna
  • San Pietro, 1962, terracotta, facciata della chiesa parr. di Budrione, Carpi (MO)
  • Ultima Cena, 1962, terracotta, palliotto dell’altare maggiore della chiesa parr. di Sant’Antonio in Mercadello, Novi (MO)
  • Crocifissione, 1969, ceramica, XII° stazione della Via Crucis del santuario di Serramazzoni (MO)
  • San Giovanni Battista, 1963, ceramica, studio per il pannello in ceramica del fonte battesimale della chiesa parr. di S. Antonio in Mercadello, Novi (MO)
  • Crocifisso ligneo, 1964, di V. Prugger su disegno di R. Pelloni, chiesa di San Francesco, Carpi (MO)
  • Cappella funeraria fam. Solieri, 1965, ceramica, Cimitero urbano di Carpi (MO)
  • Mamma Nina Saltini, 1965, bronzo, busto per la cappella funeraria nel palazzo della Divina Provvidenza, Carpi (MO)
  • Deposizione dalla Croce, 1970, ceramica, cappella funeraria fam. Setti, Cimitero urbano di Carpi (MO)
  • Madonna delle stelle, 1974, ceramica, Accademia militare di Modena
  • Il fiore di Iesse, ceramica, presso l’autore
  • La cacciata dall’Eden, 1977, bronzo h cm 50, collezione privata
    Con questa opera inizia la sistematica ricerca dello “spazio curvo”
  • La caduta di Icaro, 1978, Bronzo e cristallo Ø cm 30, Museo Civico di Carpi (MO)
  • Acrobati, 1978, bronzo e cristallo, Ø 40 cm, Carpi, collezione privata
  • Il volo di Icaro, 1975, bronzo, cm 70x55x40, Carpi, collezione privata
  • Adamo ed Eva, 1975, bronzo, 60x50x20 cm, Carpi, collezione privata
  • Generazione, 1991, sfera girevole in bronzo, Ø 110 cm, Carpi, collezione privata
  • Stele a Salvo D’Acquisto, 1977, bronzo, cm 50×55, Carpi, piazzale Dante Alighieri
  • Logo de La Litografica, 1986, bronzo, cm 130x120x70, Carpi, collezione La Litografica
  • Stele a Dorando Pietri (bozzetto), 1978, bronzo, 30x40x15 cm, Carpi, collezione privata
  • Flora, 2005, bronzo, 25x15x20 cm, Carpi, collezione dell’autore
  • Candeliere, 1996, bronzo dorato, cm 15x15x25, Modena, Cripta del Duomo
  • Fregio della facciata, 1999, pietra serena, m 16×4, Santuario di Serramazzoni (MO)
  • Progetto del presbiterio della Cattedrale di Carpi, 1991
  • L’annunciato è nato, 1996, bronzo, Ø 50 cm, Carpi, collezione privata
  • Il volo, 2008, bronzo, cimitero di Santa Croce di Carpi (MO)
  • Mariele Ventre, 1995, bronzo, Ø 50 cm, Bologna, cimitero monumentale
  • Daniele, 2008, bronzo, Ø 25 cm, Empoli, collezione privata
  • Il risorto, 2000, bronzo, Carpi, cimitero comunale
  • Tabernacolo, 1985, bronzo e smalti, Ø cm 100, chiesa di San Girolamo, Padova
  • Pietà, 1985, bronzo, particolare dell’altare maggiore, chiesa di San Girolamo, Padova
  • Santa Chiara, 1962, terracotta, chiesa di S. Francesco d’Assisi, Carpi (MO)
  • San Massimiliano Kolbe, 1982, terracotta, chiesa di S. Francescod’Assisi, Carpi (MO)
  • San Pio da Pietralcina, 2002, terracotta, chiesa di S. Francescod’Assisi, Carpi (MO)
  • La famiglia di Adamo, 2000, sfera girevole in bronzo, Ø 35 cm,
    Mirandola, collezione privata
  • Generazione 2, 1999, bronzo girevole, Ø 22 cm, Carpi, collezione privata
  • Apollo e Dafne in verde 1996, ceramica, Ø 20 cm, Carpi, presso l’autore (vedi anche versione in blu e in rosso)
  • Generazione/3, 2001, bronzo girevole. Ø 33 cm, Carpi, presso l’autore
  • Amanti, 2010, bronzo girevole, Ø 34 cm, Carpi, collezione privata
  • Incomunicabilità (un dialogo impossibile), 2010, bronzo e specchi, Ø 40 cm, Carpi, presso l’autore

Continua…

 

2,384 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento